Terapia Conservativa

La Terapia Conservativa è coordinata dalla dr.ssa Ucci, che si occupa delle visite, della pianificazione terapeutica e della parte operativa.

La dr.ssa Ucci è supportata dal dr. Massimo Lorenzi che si occupa in maniera specialistica dell’'ndodonzia e delle ricostruzioni preprotesiche e della dr.ssa Drago che si occupa della conservativa nei pazienti più piccoli.

La terapia conservativa si occupa del trattamento di:

  • lesioni cariose
  • abrasioni dentali
  • piccole fratture dentali
  • deficit estetici

e si avvale di metodiche dirette e indirette.

La carie è una malattia multifattoriale causata da microbi presenti nella placca batterica, favorita dalla cattiva igiene orale, da una alimentazione ricca di zuccheri e da alcuni fattori predisponenti, quali la composizione dello smalto, la morfologia dentale e il Ph salivare. Il trattamento della malattia cariosa si basa sul miglioramento dell'igiene orale, sul controllo della dieta, sull'uso di prodotti a base di fluoro e sulla cura delle lesioni attive (carie) mediante terapia conservativa.
La carie non trattata può estendersi e interessare la polpa dentale causandone la necrosi. La conseguenza clinica può essere il granuloma e l’ascesso.

Le abrasioni dentali cervicali (in prossimità della gengiva) sono causate da metodiche di igiene orale troppo aggressive e non corrette. Se non intercettate possono diventare molto profonde, fino ad interessare la polpa del dente e a indebolire il dente favorendone la frattura. Si associano spesso a retrazione gengivale (recessione).

Le fratture dentali sono causate da traumi esterni o masticatori. Possono essere limitate a piccole porzioni della corona dentale o interessare anche la radice, a volte in modo così severo da causare la perdita del dente.

Le otturazioni e le ricostruzioni dirette vengono effettuate utilizzando prevalentemente resine composite.

Quando indicato, i nostri conservatori utilizzano intarsi (restauri indiretti) in resina composita o materiali ceramici.
Tutte le metodiche ricostruttive vengono effettuate con metodiche adesive, mediante l’utilizzo di barriere per isolare il campo operatorio (diga di gomma) e rispettando i più moderni canoni della minima invasività e del risparmio della sostanza dentale.